Ultima modifica: 24 Febbraio 2019
Istituto Comprensivo via Papa Giovanni Paolo II > Alunni > PNSD: Realizzazione di ambienti di apprendimento innovativi

PNSD: Realizzazione di ambienti di apprendimento innovativi

La scuola riceverà un finanziamento dal MIUR per l’allestimento di spazi di apprendimento innovativi

PNSD: REALIZZAZIONE DI AMBIENTI DI APPRENDIMENTO INNOVATIVI AZIONE #7 – prot. n. 30562 del 27.11.2018

La scuola secondaria di primo grado, plesso di Pontevecchio, del nostro Istituto Comprensivo è risultata tra le 1115 scuole che riceveranno un finanziamento dal MIUR per l’allestimento di spazi di apprendimento innovativi, come predisposto dal bando pubblicato a dicembre 2018 che ha visto la partecipazione di oltre 5000 scuole.

Il nostro Istituto ha elaborato una proposta che valorizza l’approccio didattico per competenze grazie all’uso delle tecnologie e l’integrazione con i saperi disciplinari.

L’obiettivo principale è rispondere alle esigenze degli alunni che richiedono percorsi di forte autonomia e personalizzazione all’interno di gruppi sempre più eterogenei, intraprendendo sfide che permettano loro di capire quali sono le proprie attitudini e qualità in un’ottica di orientamento continuo, quali le competenze per un utilizzo critico e costruttivo delle tecnologie digitali dell’informazione e della comunicazione.

Grazie a questo finanziamento, si attrezzeranno spazi facilmente riconfigurabili e fruibili. Il progetto Pensiero computazionale, Coding e Robotica Educativa, intende: promuovere negli alunni le attitudini creative, la capacità di comunicazione, cooperazione e lavoro di gruppo, realizzando un ambiente di apprendimento collaborativo, laboratoriale (Learning by doing per le discipline STEAM) e in movimento; favorire l’apprendimento delle competenze chiave; educare alla cittadinanza digitale, alla partecipazione responsabile, all’uso critico delle tecnologie, alla consapevolezza e alla costruzione delle proprie competenze digitali, accrescere quelle logico-matematiche, acquisire un pensiero computazionale. L’organizzazione di uno spazio di apprendimento flessibile, adattabile, multifunzionale e mobile, farà si che, in ogni attività, gli alunni possano osservare, sperimentare e verificare la realtà per dedurne la teoria, realizzare nuovi contenuti stimolando la creatività. In questo modo tutti gli stili di apprendimento sono coinvolti in un processo di innovazione e inclusione, incoraggiando l’interazione tra alunni e insegnanti, tra gruppi di alunni di più classi e tra gli stessi alunni con progetti in rete.

L’obiettivo è anche quello di mantenere presidi educativi di alto livello formativo in aree periferiche.

Con questo finanziamento, la scuola verrà ora arricchita di strumenti multimediali, kit di robotica, materiali per approfondire esperienze nell’ambito delle discipline tecnologiche. Tale materiale potrà diventare una risorsa non solo per la scuola secondaria ma anche per il plesso della primaria ad essa annessa.




Link vai su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi